clinica veterinaria san biagio

 "Un buon veterinario non deve avere solo una buona conoscenza della medicina e della chirurgia, ma anche un approccio empatico nei confronti della cura degli animali d’affezione, tenendo in considerazione le differenze di specie e razza e le esigenze specifiche di ognuno di loro, in ogni fase della loro vita"       A. Harvey, S. Tasker

 

 

Dott. David Blasetti

Dott. David Blasetti

Laurea in MEDICINA VETERINARIA conseguita presso l’Università degli Studi di Perugia il 14 luglio 1990. Tirocinio per borsa di studio in USA presso la Clinica Veterinaria Caldwell Animal Hospital in North Carolina nello stesso anno. Ufficiale veterinario dell’esercito italiano presso la scuola di Pinerolo e dall’ aprile 1991 al 1994 dirigente del servizio veterinario del Reparto a Cavallo della Polizia di Stato con circa 200 cavalli ubicati nelle maggiori città d’Italia. Missione  UNOSOM ITALFOR IBIS 2 in Somalia con l’Esercito Italiano nella forza internazionale di pace presso il Reparto Sanità della Brigata Centauro nel 1993.

Cooperazione internazionale in Bolivia come Volontario veterinario del Ministero Affari Esteri dal settembre ’94 a dicembre ’96 con un progetto di sviluppo rurale presso popolazioni contadine dell’altipiano Andino. Pubblicazioni varie: “Il ciclo Estrale ed i Glicoconiugati nell’utero equino” in collaborazione con insegnanti della facoltà di Veterinaria di Perugia. Nel II simposio europeo sui camelidi sudamericani nel 1995 con materia di “Sfruttamento delle risorse silvestri della vigogna in Bolivia”.

Attualmente LIBERO PROFESSIONISTA presso la Clinica Veterinaria San Biagio di Osimo. Iscritto a diverse società di aggiornamento e formazione continua. Iscritto alla società specialistica Sidev di dermatologia veterinaria con partecipazione ai congressi nazionali e aggiornamenti periodici. Presenza continua a corsi di formazione e aggiornamento di citologia veterinaria. Veterinario incaricato Ministero Politiche agricole alimentari e forestali per il controllo e identificazione delle nascite degli equini regolarmente inscritti ai libri genealogici italiani dall’anno 2000.